Urbino

La guida turistica per visitare le Marche, suggerimenti su cosa vedere ad Urbino con tutte le informazioni necessarie al turista per conoscerere il territorio. Visita le Marche insieme a noi!

La storia di Urbino è una delle più affascinanti del Montefeltro. In questo piccolo centro si sono susseguite nobili dinastie, che hanno lasciato un segno evidente del loro passaggio. Tra tutte le epoche trascorse spicca ancora oggi il fasto dell’Età Rinascimentale, quando lo splendore della corte urbinate, dominata in primo luogo dal Conte, poi Duca, Federico da Montefeltro, portò Urbino ad un livello altissimo di fama, arte e cultura, in Italia e nel mondo.

Fu questo il tempo dell’erezione del magnificente Palazzo Ducale, situato proprio al culmine del monte, in posizione dominante su tutti gli altri palazzi, come a voler denunciare la sovranità indiscussa del Signore.

Questo anche il tempo di celebri artisti, locali e stranieri, di scienziati, matematici, amanti della cultura, quali Muzio Oddi, Piero della Francesca, Francesco di Giorgio Martini e Francesco Laurana. Questo il tempo che riecheggia ancora dai laterizi della città e dal marmo che incornicia finestre e portali.

Ma le origini di Urbino si stanziano molto più indietro nel tempo, sino all’età preromana. Con la morte di Francesco Maria II, ultimo duca, il Ducato passerà sotto la dominazione dello Stato della Chiesa (del quale periodo va ricordata la ristrutturazione urbanistica voluta dagli Albani nel ‘700), fino all’incursione napoleonica nel 1789 e all’unificazione d’Italia nel 1861. Superate con forza le due Guerre del ‘900, grazie anche ad una grandiosa opera di salvaguardia di molte opere d’arte dovuta all’allora Soprintendente Pasquale Rotondi, Urbino oggi splende di un’arte unica e magnifica, che solo qui può trovare la propria verità d’essere.

Natura e Paesaggio:
Urbino presenta un paesaggio principalmente montano, circondato da fiumi, boschi, colli e valli. Il clima è mite d’estate e freddo d’inverno, il territorio ricco di flora e fauna.

Un ambiente decisamente suggestivo, valorizzato dalla presenza del centro abitato perfettamente integrato al paesaggio naturale, di cui costituisce parte essenziale, per il suo effetto pittorico dato dal riflettersi delle luci sui laterizi di cui son costituiti gli edifici.

Ben si comprende il significato che tale città deve aver costituito per alcuni dei pittori più importanti del Rinascimento, che in queste mura hanno abitato e che ne hanno portato testimonianza nelle proprie opere (il paesaggio del Dittico dei Duchi di Piero della Francesca sembra per l’appunto ispirato al Montefeltro).
Urbino è meta imperdibile per il visitatore, che non rimarrà certamente deluso dalla ricchezza di bellezze qui conservate, come uno scrigno di tesori che si apre agli occhi con stupore, dopo una lunga serie di tornanti che si diverticolano tra i monti.